Pixel verifica Alexa

Guide

Siti multilingua

29 marzo 2016 — by Giusy D'atria0

main

Guide

Siti multilingua

29 marzo 2016 — by Giusy D'atria0

lingue.png

Creare contenuti e pagine web ottimizzate per i motori di ricerca per i siti multilingua rappresenta una nuova intera sfida per i SEO. Il sito web multilingua è uno degli aspetti più importanti che un sito di servizi o prodotti dovrebbe affrontare. Costruire pagine in differenti lingue è un ottimo problema da porsi quando per esempio Google Analytics del  nostro e-commerce presenta visitatori da altri paesi, che automaticamente significano potenziali consumatori di molteplici nazioni. Quindi, in questo caso, dobbiamo raddoppiare o triplicare i nostri sforzi SEO.

L’ottimizzazione nelle diverse lingue non cambia; le procedure e le strategie sono sempre le stesse, sebbene la lingua inglese presuppone, per ovvi motivi riconducibili agli ambienti in cui viene usata, che sono moltissimi, una maggiore accuratezza nella scelta delle parole che deve essere indirizzata a mio parere verso una strategia di long tail. Di seguito, indico i punti che a mio parere dovrebbero essere tenuti a mente durante la fase di pianificazione del processo SEO:

  • Tradurre le keywords nelle lingue che intendiamo usare nel nostro sito. Spesso non è sufficiente una traduzione semplice, perché le parole non coincidono; in questo caso sceglierne di nuove. Questo vale a maggior ragione per l’inglese. Non tradurre mai dall’Italiano all’inglese, ma partire direttamente dall’ inglese.
  • Tradurre i contenuti esistenti. Se non conosciamo la lingua ottimamente, è sempre meglio rivolgersi a qualcuno che può tradurre professionalmente i contenuti o che sappia molto bene la lingua verso cui tradurre il testo. Una cattiva traduzione può costare molto in termini di testo ottimizzato e perdita di traffico
  • Applicare le stesse procedure della SEO con le altre lingue. I norma i motori di ricerca e i crawlers lavorano allo stesso modo nello scansionare, indicizzare e restituire i contenuti nelle SERPs sebbene ci sia spesso qualche differenza nell’attribuzione del Ranking nelle SERPs dei differenti linguaggi.
  • Includere un’appropriata architettura di link all’interno del sito per i diversi linguaggi e collegarli tra loro.
  • Rendere chiare le opzioni dei differenti linguaggi. Se queste opzioni non fossero chiare, i visitatori stranieri potrebbero non vederle e quindi potremmo perdere i visitatori a metà del percorso che vorremmo che loro facessero all’interno de nostro sito, come per esempio raggiungere la pagina in cui si effettua l’acquisto e quindi la conversione.

La strategia di implementazione della SEO non è differente per i diversi linguaggi e potremmo stabilirla all’inizio del nostro percorso quando ci apprestiamo a costruire un sito multilingua. Per quanto riguarda l’inglese, consiglio di NON partire dall’ italiano ma di sviluppare uno studio a parte, partendo dalla giusta definizione del contesto, del contenuto, del target e delle parole. La lingua è un canale mentale, e ogni linguaggio ha un diverso modo di ragionare. Nonostante gli sforzi SEO si basano sulla stessa implementazione della strategia, la tattica può risultare differente. E questo vale molto di più per l’inglese.

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]
Giusy D'atria

Giusy D'atria

CopyWriter at Mi Web Design
CopyWriter e Specialista SEO, mi occupo della redazione degli articoli per il Blog e dell'ottimizzazione dei Siti Web per i Motori di Ricerca.
Giusy D'atria

Latest posts by Giusy D'atria (see all)

Leave a Reply