Pixel verifica Alexa

GuideSEO

Posizionarsi su google immagini

29 giugno 2015 — by Giusy D'atria0

main

GuideSEO

Posizionarsi su google immagini

29 giugno 2015 — by Giusy D'atria0

Posizionamento-SEO-immagini.jpg

Desiderate posizionarvi su Google immagini? date uno sguardo a questi consigli utili!

Posizionarsi su Google Immagini non è solo per vezzo personale. E’ un buon metodo per aumentare traffico al nostro sito e farlo conoscere facendo il minimo sforzo e usando solo qualche piccolo accorgimento.

Posizionarsi su Google immagini: ecco come fare

Esistono alcuni accorgimenti molto banali. Proprio come Google “web” anche il servizio immagini tiene conto di alcuni fattori per il posizionamento. Ecco un errore classico:

IMG001.jpg —> ERRATO! usando questo titolo non avrete nessun beneficio e la vostra immagine non sarà ritenuta rilevante per il posizionamento.

Img-cane01.jpg –> ERRATO! già meglio di prima ma non ci siamo ancora, il titolo contiene la parola chiave “cane” ma è troppo generica e IMG davanti alla keyword rendere la stessa meno rilevante per il posizionamento.

cane-che-corre-sul-prato.jpg —> GIUSTO! in questo modo sarete certi che avrete un buon piazzamento, anche se incidono altri fattori (anzianità dominio, Page rank etc), ma in questo modo state pur certi che apparirete nelle ricerche!

Che differenza c’è tra underscore (_) e trattino (-)? quale usare per rinominare le immagini? Bhè da un punto di vista tecnico il trattino (-) divide le parole proprio come parliamo di solito nella vita di tutti i giorni. Il trattino basso (_) invece “collega” le parole. Quale usare? personalmente uso il trattino normale anche se non penso che questo sia un fattore decisivo che influenzi davvero il posizionamento o la scalata delle SERP.

Molto importante:

  • parola chiave nel testo circostante
  • parola chiave nel nome dell’immagine
  • dimensione dell’immagine (min. 320 pixel, max. 1280 pixel)
  • parola chiave nella “alt-text”
  • assicurarsi che l’immagine sia disponibile per l’images-bot (il robot per le immagini)

Utile:

  • uso multiplo delle immagini (copie)
  • più link per l’immagine
  • parola chiave nel titolo della pagina (inclusi gli URL)

Non è importante:

  • parola chiave nel title dell’immagine
  • pertinenza delle parole chiave di tutto il sito
  • parola chiave nella meta description
  • parola chiave nelle meta keywords
  • posizione della pagina nella ricerca organica
  • nuovo caricamento della stessa immagine

Non è chiaro:

  • l’età dell’immagine (più vecchia è meglio è)
  • originalità (foto con un aspetto diverso rispetto alla maggior parte degli altri risultati)
  • specificare le immagini del sistema
  • 1.- Scegli un titolo descrittivo che abbia attinenza con l’immagine e possibilmente che contenga una parola importante per il suo posizionamento. Non lasciare i il titolo originale dell’immagine, spesso un codice, nel caso di immagini acquistate da agenzie microstock.2.- Ottimizza le dimensioni delle immagini, è buona pratica non caricare immagini ad alta risoluzione sul web Gli utenti preferiscono pagine che si caricano velocemente e il peso delle immagini è un fattore predominante. Anche se molti CMS consentono di caricare e modificare immagini ad alta risoluzione e in diversi formati, è consigliabile ritagliare e/o ridimensionare le immagini prima di caricarle nel server, edi limitare le dimensioni a 320 e 1280 pixel  utilizzando il formato JPG ad una compressione ottimale.3.- Conosci le parole chiave attinenti alle immagini e temi comuni del tuo sito web. Per questo Google mette a disposizione strumenti come il Planner di Parole Chiave che consente di conoscere le ricerche più gettonate nel web. Se hai dubbi tra due parole usa sempre quella più ricercata.4.-Indica un attributo ALT con parole chiave attinenti per ogni immagine. Attenzione! Inserisci frasi ed espressioni, non parole singole fino a un massimo di 8 parole.5.- Nell’attributo ALT indica “immagine” o “foto” tra le parole chiave. Molte ricerche si fanno con queste parole accompagnate da altre e permettono a i bot dei motori di ricerca di sapere che il contenuto è un’immagine.

    6.- Scrivi didascalie sotto le immagini come nei giornali, frasi descrittive con parole chiave attinenti. Con HTLM5 è possibile usare l’etichetta per indicare ai motori di ricerca che si tratta di la didascalia di un’immagine.

    7.- Presta attenzione al testo o alla semantica riferita alle immagini. Le immagini saranno posizionate meglio in Google Images se  testi e titoli contengono parole attinenti.

    8.- Cambia regolarmente i contenuti grafici. Così come per i testi di una pagina web, è utile aggiornare anche le immagini. Nel caso il tipo di sito web non lo consenta considera di aprire un blog e prova a scrivere almeno 3 articoli a settimana. A Google piacciono i contenuti freschi.

    9.- Usa varie volte le stesse immagini all’interno della pagina web. Se un’immagine è utilizzata correttamente, il suo posizionamento in Google Images sarà favorito dal suo utilizzo multiplo.

[Voti: 1    Media Voto: 5/5]
Giusy D'atria

Giusy D'atria

CopyWriter at Mi Web Design
CopyWriter e Specialista SEO, mi occupo della redazione degli articoli per il Blog e dell'ottimizzazione dei Siti Web per i Motori di Ricerca.
Giusy D'atria

Latest posts by Giusy D'atria (see all)

Posizionarsi su google immagini scritto da Giusy D'atria media voto 5/5 - 1 voti utenti

Leave a Reply