Pixel verifica Alexa

Guide

L’importanza del blog per le aziende

5 agosto 2015 — by Giusy D'atria0

main

Guide

L’importanza del blog per le aziende

5 agosto 2015 — by Giusy D'atria0

blog.gif

Quando si parla di blog, spesso i non addetti ai lavori pensano immediatamente ai siti personali di opinionisti, cuochi più a meno amatoriali, esperti di moda e così via. Siti, insomma, cuciti su un singolo individuo e per lo più personali.

In realtà, scavando un po’ più a fondo, è facile capire come i blog siano un ottimo strumento per le aziende, e non a caso sono sempre più le compagnie che vengono – giustamente – persuase ad inserire all’interno della propria strategia di promozione la costruzione ed il popolamento di un blog “corporate”.

Ma perché il blog aziendale è diventato così importante e consigliabile per le aziende più disparate? La risposta non è univoca, e bisogna infatti considerare la questione da diversi punti di vista:

1- Posizionamento: la creazione di contenuti di qualità, originali e non duplicati, paga a livello di posizionamento. Quanto più i nostri contenuti sono qualitativamente validi e interessanti, tanto più diventeranno popolari nel web. I post di un blog permettono di espandere i contenuti solitamente standard che popolano i siti web istituzionali, dando una notevole spinta in questo senso.

2- Generazione di traffico al sito: il blog è uno dei mezzi migliori per portare traffico al nostro sito. Secondo un’indagine di HubSpot, infatti, le aziende che hanno un blog generano il 55% in più di traffico al sito web rispetto a quelle che non hanno inserito nel proprio piano di web marketing un blog aziendale.

3- Comunicazione: sappiamo tutti che la comunicazione aziendale, all’interno di un sito istituzionale, è spesso fredda e fin troppo formale. Il blog – quasi quanto i social network – ha il potere di abbassare le distanze tra azienda e clienti, grazie ad una comunicazione più diretta, personale e dinamica.

4- Branding: con il proprio blog l’azienda ha la possibilità di diventare portavoce delle maggiori novità e degli argomenti più interessanti del proprio settore, ponendosi quindi come un punto di riferimento per chi segue il blog. Al tempo stesso, in un blog aziendale si possono esprimere le proprie opinioni e far trasparire le proprie competenze specifiche in materia, diventando quindi più credibili agli occhi degli utenti e dei potenziali clienti.

Stabilita l’importanza del blog per un’azienda da diversi punti di vista, è però necessario capire che tenere aggiornato un blog che funzioni non è un lavoro facile: bisogna dedicarci tempo, risorse economiche, pazienza e passione. Ecco qualche consiglio da cui partire per creare un buon blog:

1- Puntare sia sulla qualità che sulla quantità: ripetiamolo ancora una volta, la qualità conta! Ma la qualità, in un blog, da sola non basta: per essere di successo, il blog ha bisogno di essere popolato con una certa frequenza (1 post a settimana è la dose media consigliata, solitamente). Da un blog ci si aspetta contenuti sempre freschi, e gli utenti sono più portati a seguire un blog che ha sempre articoli nuovi e interessanti da offrire. Per evitare di trovarsi a corto di idee e argomenti, è consigliabile stilare un piano redazionale da cui attingere settimana per settimana.

2- Variare la ricetta: popoliamo il nostro blog sia con news che riguardano la nostra azienda, sia con notizie di carattere generale, ma comunque riguardanti il nostro settore. Per variare ulteriormente la ricetta, chiediamo pure a tutti i nostri collaboratori di dare il proprio contributo: punti di vista diversi, di chi ha ruoli diversi in azienda, aiutano a rendere il nostro blog più interessante e vario. Un consiglio nel consiglio: tutti possono esprimere il proprio punto di vista, ma è preferibile che ci sia un supervisore della correttezza, anche grammaticale, di quel che viene pubblicato nel blog. Creare contenuti di qualità significa anche creare contenuti corretti dal punto di vista della forma!

3- Dare agli utenti delle informazioni davvero utili per loro: per capire cosa cercano i nostri utenti, usiamo le FAQ o promuoviamo, di tanto in tanto, dei sondaggi. Dando subito ai nostri utenti le risposte che cercano, renderemo il nostro blog più accattivante e al tempo stesso risparmieremo tempo, non dovendo più rispondere alle domande e ai dubbi più frequenti.

4- Promuovere il blog: inseriamo il link al nostro blog nel sito, condividiamone i contenuti sui social (senza esagerare) e in generale facciamo sapere che abbiamo creato un blog.

5- Creare un collegamento tra blog e sito internet: pur essendo indipendente dal sito istituzionale (nel senso che può essere letto e apprezzato anche da chi non ha rapporti con la nostra azienda), è bene che il blog richiami la propria appartenenza ad una data azienda. Come? Sia graficamente (nei colori e nei font usati, per esempio), sia nel nome stesso che decidiamo di dargli (nomedominio.ext/blog oppure blog.nomedominio.ext). E mettiamocelo poi un link al sito dal nostro blog!

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]
Giusy D'atria

Giusy D'atria

CopyWriter at Mi Web Design
CopyWriter e Specialista SEO, mi occupo della redazione degli articoli per il Blog e dell'ottimizzazione dei Siti Web per i Motori di Ricerca.
Giusy D'atria

Latest posts by Giusy D'atria (see all)

Leave a Reply